No Man’s Sky | Hello Games torna a parlare con un comunicato

TweetShareShare+

Dopo l’uscita di No Man’s Sky (qui la nostra recensione) lo sviluppatore Hello Games non ha passato giorni felicissimi. I problemi tecnici per i giocatori sono stati molteplici, specialmente su PC ed anche con configurazioni high-end, ma sopratutto non è piaciuto alla comunità videoludica che alcune delle dichiarazioni di Sean Murray siano state disattese. È innegabile che nel gioco non siano presenti feature che ci si aspettava ci fossero, ma si tratta comunque di elementi non del tutto legati alla bontà del gameplay, la cui anima rimane e sarebbe rimasta sempre la stessa. Nonostante tutto i videogiocatori si sono velocemente inferociti e specialmente sul forum Steam hanno dato vita ad una protesta di massa, che continua ancora oggi, e ad una ingente richiesta di rimborsi, arrivati a migliaia, anche per colpa della stessa Steam che ha gestito male, in un primo momento, l’emergenza, concedendo rimborsi a chi secondo le sue stesse regole non ne aveva diritto (ovvero a chi aveva oltre 2 ore in-game). Ad ora su Steam No Man’s Sky conta circa 66.000 recensioni, di cui oltre 42.000 negative, il che ne fanno il titolo a prezzo da tripla A con il punteggio più basso di tutta la piattaforma: un laconico 37%. Non sappiamo se in futuro questo disastroso lancio peserà sulle spalle della piccola Hello Games, in cui ricordiamo lavorano solo in 14, ma per il momento non possiamo fare previsioni e concentrarci sul presente.

Ed il presente dice che sono state rilasciate fino ad ora 4 patch, sia per PS4 che per PC il cui risultato è stato rendere finalmente il titolo giocabile dai più, molto più stabile e molto fluido. Insomma godibile perlomeno tecnicamente. E dopo un lungo silenzio la stessa Hello Games è tornata a parlare con un comunicato sul proprio sito dove si ricordano gli sforzi di queste ultime 2/3 settimane, utilizzate per risolvere i numerosi problemi tecnici del titolo. Inoltre si accenna al futuro, e lo si fa parlando di DLC gratuiti che integreranno ed espanderanno l’esperienza di gioco nell’universo di No Man’s Sky. Quello della gratuità dei futuri DLC è un punto importante, dato che in molti ormai parlavano di possibili DLC a pagamento, ennesima promessa disattesa da Murray in un paio di interviste almeno. Insomma, in pochi sono riusciti a godersi fino ad ora, e senza pensieri, un gioco che non sarà l’eccellenza, ma che comunque è qualcosa di innovativo e che per molti vale il prezzo del biglietto. Semplicemente No Man’s Sky è diventato il facile bersaglio di molti a causa di campagne di comunicazione e pubblicitarie assolutamente disastrose e per cui forse, in futuro, Hello Games pagherà sicuramente dazio.

0 Comments Join the Conversation →