London Town | Il trailer del film sugli anni ’70 e il gruppo The Clash

TweetShareShare+

Circa un anno fa, nella torrida estate del 2015, era uscita la prima notizia ufficiale dell’inizio delle riprese di London Town, un film che avrebbe riguardato Joe Strummer, cantante e chitarrista dei The Clash, leggendaria band che non era nè punk, nè post-punk. Erano e saranno sempre non allineati a nulla, al di fuori di ogni etichetta, fautori della mescolanza dei generi e delle culture. Nei loro dischi c’è il rock, c’è il punk, c’è il rockabilly, c’è il reggae, c’è l’inno generazionale.

I The Clash al completo, Joe Strummer in primo piano a sinistra
I The Clash al completo, Joe Strummer in primo piano a sinistra

I The Clash continuano ad essere icone di una serie di generazioni, dalla fine dei ’70 ad oggi, ed ogni documentario o film riguardanti la loro storia suscita inevitabilmente molto interesse. Soprattutto, su chi sarà in grado di “riportare in vita” Joe, carismatico com’era (ci ha lasciati per un infarto nel dicembre del 2002).

A questo giro, la scelta è ricaduta su:

jonathan04

Jonathan Rhys-Meyers, già.

Però, prima di gridare a qualsivoglia scandalo, suggeriamo di guardare il trailer del film, pubblicato online nei giorni scorsi.

Di certo, Rhys-Meyers è molto a suo agio nei ruoli musicali. Oltre ad essere effettivamente un musicista nella vita reale, non è nuovo all’esperienza: ha interpretato sul grande schermo la rockstar glam Brian Slade, liberamente ispirata a David Bowie, in Velvet Goldmine (1998), mentre sul piccolo schermo è diventato nientemeno che Elvis Presley in una miniserie della CBS (2005).

Le sue movenze mostrano una sincera ammirazione per il “modello di partenza”, mentre resta chiaro che fisicamente siamo un po’ lontani. Non si intuisce ancora, dal trailer, quanto spazio verrà effettivamente dedicato all’approfondimento della figura di Joe e degli stessi The Clash, o se saranno solo di sfondo per la crescita di Shay, il quattordicenne protagonista della pellicola. Sembrerebbe che l'”attitudine” dei The Clash porterà il ragazzo a crescere e diventare più forte, districandosi nel fervente mondo della Londra di fine anni ’70. Ovviamente, c’è anche una ragazza molto più scanzonata e smaniosa di essere già grande.

Un argomento, questo, che farà sicuramente breccia nei cuori dei più giovani, che potranno anche avere modo di conoscere un mondo ormai lontano dal loro, familiare perlopiù a livello estetico.

Per chi, invece, conosce già molto bene ciò di cui si parla, non rimane che attendere dopo il 7 ottobre, data ufficiale dell’uscita del film nei cinema americani, per capire di più su questo film.

Intanto, perché non rispolverare o scoprire la discografia dei The Clash?

London Calling, Train in Vain, The Guns of Brixton, I fought the law (per gli anni ’70), Should I stay or should I go Rock the Casbah (per gli anni ’80) solo per citarne alcune.

Buon ascolto!

0 Comments Join the Conversation →