Cinema | Autunno 2016: la stagione de “a volte ritornano”

TweetShareShare+

Triti, ritriti e rifatti. Vi sarà capitato di passare davanti ad un cartellone pubblicitario che annuncia un’uscita in sala della prossima stagione e dire: “…ancora?!!”
Ebbene si: l’Autunno 2016 presenta una collezione di già visti che tortura un po’ gli occhi e il cuore, poiché alcuni personaggi – che non sono neanche tra i nostri preferiti, li vediamo invecchiare sul grande schermo. Oppure ci sbatte in faccia che no, non c’era un’idea migliore, altrimenti non ce lo spieghiamo perché avrebbero deciso di non lasciarci semplicemente con un buon ricordo.
Cominciamo con il prossimo film che andrò io stessa a vedere, ma solo per amore: Independence Day – Rigenerazione. Figlio del primo, autoironico e trash, il nuovo Independence Day guida il pullmino di tutti coloro che vorrebbero vedere uno Scary Movie, ma in questo periodo non ce ne sono di nuovi.

autunno-1

Non avrei voluto fare questo nome, ma mi trovo costretta. Sto parlando di Jason Bourne, il sicario nei gomblotti della CIA, giunto ormai alla sua quinta edizione. A parte la parentesi con il buon Jeremy “Occhio di Falco” Renner, è stato da sempre Matt Damon a dare il volto a Bourne. Solo che, dal 2002 (anno di uscita del primo The Bourne Identity) ad oggi sono passati ben 14 anni, ed anche il nostro Matt comincia a dare segni di cedimento. Che in un action movie, possono essere mascherati alla Expendables, ma non vogliamo arrivare a quei livelli. Per leggere la nostra recensione di Jason Bourne cliccate qui.

autunno2

Lo so, in molte mi odieranno. Probabilmente tantissime fan volevano rivederla sul grande schermo. Personalmente, non ce la faccio a resistere in silenzio di fronte a tale trionfo di rughe e botulino: sto parlando del cast di Bridget Jones’s Baby. Non si può essere giovani per sempre, e questo lo sa bene Renée Zellweger, cui la chirurgia ha quasi cambiato i connotati. Forse per questo nel cast è entrato l’ex-chirurgo Patrick Dempsey, a fianco dell’ormai storico Colin Firth. Di certo la freschezza della cicciottella Bridget, col suo diario, è appassita e rende un po’ difficile pensarla, proprio ora, prossima alla gravidanza. Volete conoscere i nostri Darcy Moments? Cliccate qui!

autunno6

Ed infine, il pericolo viene dal passato.

Qualcuno (il regista Timur Bekmambetov) osa risvegliare un antico, straordinario potere: quello di Ben Hur, il colossal per antonomasia, che fece innamorare intere generazioni. Nella sua edizione più famosa, ha 57 anni e ne fu protagonista l’aitante Charlton Heston, ormai passato a miglior vita. Il Ben Hur del nuovo millennio ha il volto del britannico Jack Huston, e su quella biga costringe l’originale a rivoltarsi nella tomba.

autunno3

Non potete crederci, ma è stato scomodato dall’aldilà anche il mitico far-west. Se ne è preso il piacere Antoine Fuqua, rievocando un nome epico come quello de I magnifici 7. Qui parliamo di un altro grande nome che piacque alle nostre nonne: l’allora aitante Yul Brynner, sotto la guida di John Sturges, fece storia nel 1960 con quello che, a sua volta, era un remake. Oggi c’è un bel cast pieno di idee (basti pensare a Denzel Washington, che diventa il primo nero nella storia della trama), ma sempre e comunque a far da brutta copia dell’originale.

autunno5

Speriamo quindi che la stagione Autunno/Inverno ci riservi presto sorprese un po’ più fresche, e non per il meteo.

Giulia Zigiotti

view all posts

Giulia, classe '82, appassionatissima curiosa di eventi e di web, da anni follower di anteprime di ogni genere. Laureata in Scienze della Comunicazione per vocazione, consulente informatica per mestiere, hostess e promoter per hobby. Difficile trovarmi nella mia tana vicino al cielo, tranne quando accudisco i miei Diamanti di Gould.

1 Comment Join the Conversation →


  • Nancy Aiello

    Giulia hai ragione, eppure io non posso resistere, per Bridget Jones sarò in prima fila!